I detersivi ecologici sono efficaci? Costano di più? Come vanno utilizzati? È possibile il fai-da-te? Abbiamo posto i dubbi più diffusi sulle pulizie ecocompatibili a chi utilizza ogni giorno a casa propria questi prodotti (in parte acquistati da aziende specializzate come Officina Naturae, in parte preprarati da soli utilizzando ingredienti semplici come aceto e bicarbonato).

 

Guarda i video con i consigli pratici di Raffaella Monti e Silvia Galimberti, socie della “Casita”, bottega di economia solidale di Vedano al Lambro (MB).

 

TUTTI I VIDEO SULLE ECO-PULIZIE:

 

Come e perché usare detersivi ecologici

Come si fa il bucato in lavatrice in modo ecologico

 

LE RICETTE FAI DA TE SPIEGATE IN QUESTO VIDEO:

 

SPRUZZINO AL BICARBONATO
per sgrassare e assorbire gli odori (perfetto per pulire il piano di lavoro, il forno, il frigorifero, il lavandino dopo aver lavato i piatti, può essere usato anche per pretrattare i piatti prima di metterli nella lavastoviglie): sciogliere in uno spruzzino vuoto 48 grammi di bicarbonato in mezzo litro d’acqua.

 

CREMA DETERGENTE AL BICARBONATO
leggermente abrasiva per pulire i sanitari del bagno oppure le pentole con residui bruciati: miscelare bicarbonato, acqua e due gocce di detersivo per i piatti fino a formare una pappetta densa come lo yogurt. Poche gocce di olio essenziale di timo o bergamotto aggiungono un potere antibatterico alla crema.

 

ANTICALCARE CON ACETO E ACIDO CITRICO
per fornelli, lavabo, bagni: in uno spruzzino vuoto mettere due bicchieri di aceto di mele (o aceto bianco) meglio se tiepido e sciogliere 1 cucchiaio di acido citrico (può essere acquistato su www.officinanaturae.com). Poche gocce di olio essenziale di timo o bergamotto renderanno meno forte l’odore dell’aceto. L’anticalcare è efficace anche senza acido citrico, occorrerà lasciarlo agire più a lungo.

 

BRILLANTANTE, DISINCROSTANTE, ANTICALCARE ALL’ACIDO CITRICO
Preparare una soluzione al 15% di acido citrico (sciogliere 150 grammi di acido citrico in un litro d’acqua meglio se distillata e tiepida) che può essere utilizzata come anticalcare, come brillantante in lavastoviglie (regolando l’indicatore al massimo) oppure come disincrostante (ogni mese versare un litro di questa soluzione in lavastoviglie o nel cestello della lavatrice e avviare un programma a 60 gradi).

 

AMMORBIDENTE ALL’ACIDO CITRICO
Preparare una soluzione al 10% di acido citrico (sciogliere 100 grammi di acido citrico in un litro d’acqua meglio se distillata e tiepida) e versarne 100 ml direttamente nella vaschetta dell’ammorbidente. In alternativa si possono usare 100 ml di aceto bianco.

 

AVVERTENZE IMPORTANTI

 

LASCIAR AGIRE I PRODOTTI
Perché un prodotto sia efficace è importante seguire attentamente le istruzioni, le dosi e i tempi di posa indicati sulle confezioni. Nel caso dei detersivi fai-da-te è bene lasciar agire il prodotto più a lungo rispetto a quelli tradizionali: aspettare qualche minuto in più garantisce la stessa efficacia senza impatti ambientali.

 

USARE ACQUA CALDA
Il potere detergente dell’acqua calda è spesso sottovalutato: meglio invece usare meno detersivo sciolto in acqua calda per ottenere gli stessi risultati senza sprechi di prodotto.

 

NON MISCHIARE ACIDI E BASI

Ingredienti acidi (come aceto e acido citrico) e alcalini (come bicarbonato, saponi e detersivi normali) reagiscono tra loro annullando a vicenda il loro potere detergente: è importante quindi non mischiarli mai nelle ricette fai-da-te.

 

Per saperne di più leggi le GUIDE di Officina naturae  e consulta il sito dei Detersivi bioallegri