“Vetro & food: dalla sicurezza alimentare al riciclo”. Il 7° Concorso Assovetro rivolto alle scuole

materiali vari

Anche per il 2013 Assovetro e Co.Re.Ve, nell’ambito del Protocollo d’Intesa sottoscritto con il Ministero della Pubblica Istruzione, dell’Università e della Ricerca, ripropongono alle scuole il settimo Concorso dal titolo ”Vetro& food: dalla sicurezza alimentare al riciclo”.

Il Concorso, parte del Protocollo d’Intesa sottoscritto da Assovetro con MIUR, prevede un percorso in due tappe: un momento formativo e uno operativo. Il vetro, è il materiale ecologico per eccellenza: non è inquinante perché chimicamente inerte, è riutilizzabile ed è totalmente ed infinitamente riciclabile; prerogative, queste, costantemente ricercate soprattutto nei contenitori per uso alimentare. Il vetro è igienico e sicuro, è inviolabile e inattaccabile da agenti esterni e resiste alle aggressioni degli acidi.
Durante la prima tappa del percorso, grazie ai materiali didattici presenti sul sito www.vetro-food.it, verranno approfondite le qualità dei contenitori di vetro e la loro sostenibilità ambientale.
Nella seconda, invece, i ragazzi dovranno mettere alla prova la loro creatività, scegliendo ogni mezzo espressivo dal racconto all’inchiesta, dal video al disegno per illustrare i temi del Concorso: Alimentazione – Nutrizione – Salute e Ambiente – Riciclo. Ogni mese le creazioni più meritevoli verranno pubblicate sul sito e, a fine anno scolastico, una giuria di esperti selezionerà le classi che hanno prodotto i migliori elaborati, premiandoli nel corso di una apposita cerimonia che si svolgerà entro la fine di maggio 2014.
Giuseppe Pastorino, Presidente della Sezione contenitori in vetro di Assovetro, dice: “Il Concorso, arrivato alla sua settima edizione vuole promuovere negli studenti, soprattutto quelli più giovani, una riflessione sul valore e sulla necessità di prendersi cura dell’ambiente. Quest’anno abbiamo introdotto anche il tema della Sicurezza Alimentare, un tema importante e molto sentito da ciascuno di noi, cui il vetro offre una risposta positiva. I contenitori in vetro per la loro qualità di inerzia, igiene e trasparenza sono infatti da sempre i più adatti per conservare cibi e bevande, tanto da essere preferiti per queste caratteristiche da 6 italiani su 10”.
Stiamo cambiando il nostro paese da società dei rifiuti a società delle risorse – spiega Franco Grisan, Presidente di CoReVe – se si pensa che otto bottiglie di vetro verde su dieci sono oggi fatte con vetro riciclato. I nostri ragazzi debbono sapere sin dai primi anni di scuola che il rifiuto di contenitori di vetro è uno splendido materiale per produrre nuovi contenitori che, quando diventano rifiuti sono raccolti per diventare nuovi contenitori e di nuovo, di nuovo, di nuovo in un numero infinito di cicli. Il vetro è l’unico materiale la cui vita non finisce mai ed è quello del quale ci si può

fidare per la conservazione inalterata di ciò che beviamo e mangiamo. Fare breccia nel loro cuore e nella loro mente, infatti, significa costruire i comportamenti corretti di domani e trasferire queste buone pratiche all’interno delle famiglie”.

Fonte: www.coreve.it; www.assovetro.it