La carta delle uova di Pasqua? Ci faccio un aquilone

carta&cartone

Per il nostro aquilone fai-da-te ci servono delle bacchette di legno (vanno benissimo delle canne secche), nastro adesivo resistente, filo da pesca (lenza) e spago.

Stiriamo per bene la carta su un piano liscio (un tavolo) in modo da eliminare le pieghe. Ricaviamo due asticine sottili (di legno o meglio ancora di canne secche) della lunghezza delle diagonali della carta dell’uovo e costruiamo l’armatura dell’aquilone.
Su una delle diagonali della carta mettiamo una asticina, l’altra asticina deve essere disposta sull’altra diagonale e deve essere leggermente piegata ad arco (è più semplice  piegare l’asticina se è ottenuta da una canna secca, se l’asticina è di legno deve essere molto sottile per essere piegata; se non riusciamo a piegarla pazienza, va bene anche disporre le due asticine a croce, senza archetto).
Ora fissare le asticine  alla carta con del nastro adesivo resistente.

Capovolgere l’aquilone e praticare due piccoli forellini alla carta nel punto di congiunzione delle due asticelle, far passare del filo di spago dai fori e legarlo per fissare bene le asticelle tra loro.

Far partire del filo si spago dalle quattro punte, le estremità delle asticine dell’aquilone, e dalla congiunzione delle 2 asticelle; il filo va legato e fissato con un nodo e con il nastro adesivo. I 5  fili devono congiungersi e annodarsi ad un unico filo da pesca (lenza), lungo abbastanza per far volare il nostro aquilone.

Sulla coda dell’aquilone si possono legare dei nastri o strisce di carta colorata (con il nastro adesivo) in modo che l’aquilone sia più spettacolare da vedere in volo.

fonte: Bambini.info